Le strategie per vincere alle scommesse sportive

Giocare alle scommesse sportive è senza dubbio una delle passioni più diffuse nella popolazione italiana. Il tentativo di arrotondare i propri introiti sfruttando le scommesse come fonte di guadagno alternativa è una pratica che ormai ha preso largamente piede in molte fasce d’età. Se c’è chi gioca alle scommesse sportive solo per provare a guadagnare qualche sommetta in più, ci sono anche degli scommettitori particolarmente esperti che invece studiano a fondo alcuni sistemi che consentono di vincere in maniera continuativa.

Scommesse sportive, le strategie migliori 

Come spiega anche il sito https://www.bookmakers-online.eu/, una premessa è doverosa: nessun sistema o strategia garantisce al 100% la vittoria di una scommessa sportiva. C’è sempre un margine di rischio che lo scommettitore deve tenere bene a mente: è proprio per questo che bisogna “controllarsi” e non sperperare il budget a nostra disposizione, anche se siamo diventati molto preparati ed esperti. Non è raro che un giocatore sviluppi una vera e propria dipendenza, mettendo a rischio la sua vita e quella dei suoi cari: giocare in modo responsabile è il primo passo per approcciare nel migliore dei modi al mondo delle scommesse. 

Detto questo, esistono effettivamente alcuni metodi che aumentano le probabilità di vincita. Non solo: queste strategie non servono solo a far sì che lo scommettitore possa ottenere dei guadagni costanti nel tempo, ma sono fondamentali anche per “ammortizzare” eventuali perdite che si presenteranno strada facendo. 

Una delle prime tecniche da evidenziare è quella del Raddoppio, anche perché è una di quelle che si impara per prima ed è tra le più gettonate. In sostanza, si tratta di individuare partite con una quota pari o superiore a 2,00 e puntare su quelle. In caso di perdita, il giocatore andrà a raddoppiare la posta in palio per garantirsi un recupero della perdita in caso di vincita sulla scommessa successiva. 

Un’altra modalità piuttosto diffusa è la strategia dell’1X2, ovvero puntare una determinata somma su tutti i tre i risultati possibili che possono verificarsi nel corso di un match. Chiaramente il guadagno è sempre minimo, ma è un metodo che consente sempre di portare qualcosina a casa. Lo scommettitore individuerà le partite con le quote migliori e giocherà una quota diversa per ognuno dei tre risultati. Qualsiasi esito consentirà di ottenere una vincita che supera – seppure di poco – l’importo totale giocato. 

Strategie anche per le scommesse live

E se invece un giocatore fosse particolarmente attratto dalla possibilità di scommettere “in diretta”? Esistono delle strategie anche per questa modalità? Assolutamente sì, anche se non ci si basa su calcoli matematici ma solo sul proprio intuito.

Ad esempio, se una gara che sta per cominciare prevede la vittoria facile della squadra di casa, quotata magari a 1,20, è meglio non giocarsela subito e vedere come si sviluppa la partita. Se alla fine del primo tempo il risultato è ancora fermo sullo 0-0, ecco che il segno “1” aumenterà la sua quota, arrivando a circa 1,50/1,60: è il momento giusto per puntare qualche euro.

Allo stesso tempo, se la squadra ospite dovesse passare in vantaggio ad una mezz’oretta dal termine, l’idea di puntare su un X2 è quella più idonea: in partenza, la quota era molto alta ma lo era anche il rischio, ora le possibilità sono decisamente più concrete e la quota sarà rimasta comunque interessante (di sicuro intorno al 2,00).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.