Rinnovo della carta d’identità: la procedura

Il nostro legislatore ha previsto delle nuove carte di identità ma in modalità elettronica. È stato previsto infatti che tutta la nazione italiana, pian piano, regione per regione dovrà adeguarsi al cambiamento di quest’ultime nel momento del rinnovo.

Anche se nel 2019 non tutte le regioni hanno previsto ad avviare tale modalità, possiamo vedere che si stanno avviando pian piano.
Queste procedure vengono disciplinate dalla legge o da atti aventi forza di legge perché la carta di identità è un documento che sul territorio nazionale va ad identificare un soggetto presente sul territorio. Il documento prevede che venga allegata la fotografia ed è rilasciato dallo stato tramite i comuni.
Con questo documento (attribuito a tutte le persone fisiche in italia) si permette anche la circolazione su tutto Il territorio italiano e dove previsto anche nei paesi dell’Unione europea disciplinato dal trattato di circolazione delle persone.

COME SI RINNOVA LA CARTA DI IDENTITÀ?

Il rinnovo della carta di identità può essere richiesto presso il proprio comune di residenza a partire dal 180 giorno precedente la scadenza. Lo sportello anagrafe è colui che richiede il rilascio della carta di identità allo stato e con le nuove carte di identità elettroniche effettua anche la richiesta per poterle ricevere a casa.
Il cittadino richiedente, per la richiesta, deve presentare un ufficio i seguenti documenti:

  • 3 fotografie recenti, uguali e senza copricapo
  • La carta di identità scaduta o in scadenza
  • Un documento valido per il riconoscimento.

Qualora il soggetto cambia la propria residenza dopo aver rinnovato la carta di identità, non è necessario richiederne una nuova.
Però possiamo ben vedere che il rinnovo della carta di identità presenta delle diversità, nel senso la durata del documento varia in base alla fascia di età di appartenenza.

Si può notare che per i bambini di età inferiore a 3 anni la durata della carta di identità è di 3 anni, la durata è di 5 anni per i bambini di un età compresa tra i 3 e i 18 anni, infine invece per i maggiorenni ė di 10 anni.
Nel momento della richiesta come documento di riconoscimento puo esser3 utilizzato il codice fiscale o la tessera sanitaria per velocizzare le attività di registrazione online.

Con le nuove carte di identità elettroniche rilasciate già in alcune regioni, bisogna versare presso la tesoreria una somma di 16,79 euro e bisogna anche aggiungere i diritti fissi e di segreteria. Nel momento in cui la richiesta viene effettuata da un genitore di un minorenne è necessario che presenti anche la dichiarazione di consenso all’espatrio da parte anche dall’altro genitore.

Il richiedente oltre ai documenti previsti per la carta d’identità cartaceo, in questo caso, in aggiunta, deve indicare la modalità di ritiro del documento, procedere con l’addetto comunale all’acquisizione delle impronte digitali, fornire (qualora lo si desidera) il consenso alla donazione degli organi.
Dopo la richiesta presso il comune, la carta d’identità elettronica la si riceve all’indirizzo indicato nella richiesta entro 6 giorni lavorativi.
Il ritiro può essere fatto o dal richiedente del rinnovo o dalla persona da lui delegata nella richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.