Nomadi digitali: i vantaggi della professione

La crisi economica che ha colpito l’Italia e altri Paesi dell’Unione europea ha avuto pesanti conseguenze sul mondo del lavoro. Molte persone si sono dovute letteralmente reinventare, avvicinandosi a un’alternativa che fino a qualche anno prima non esisteva ancora. Oggi una delle nuove professioni figlia della crisi e della rivoluzione portata da Internet ha per protagonisti i cosiddetti nomadi digitali, persone che non sanno cosa sia un posto fisso, non hanno orari da rispettare, e possono lavorae ovunque sia presente una connessione Internet. Ecco i principali vantaggi di una professione che attrae sempre di più i giovani laureati, che al termine dell’Università non hanno trovato un lavoro per il quale hanno studiato.

Libertà

Il concetto di libertà può essere difficile da inquadrare, soprattutto quando si parla di lavoro. I nomadi digitali sono liberi dagli orari fissi, che costringono la maggior parte dei lavoratori italiani a svegliarsi a una determinata ora per cinque o sei giorni alla settimana, durante tutto l’anno. Sono liberi dagli ordini di un capo ufficio, dal momento che non hanno nessuno a cui dover rispondere. Sono anche liberi di lavorare con il loro computer ovunque desiderino, cambiando location anche ogni settimana.

Tempo

Un fattore trascurato da molti lavoratori dipendenti, che non possono gestire il loro tempo come meglio credono. Il vantaggio di non avere orari fissi porta i nomadi digitali a spendere il tempo come meglio credono. Se un giorno, ad esempio, hanno il desiderio di andare a fare una passeggiata in montagna o al mare al mattino lo possono tranquillamente fare, potendo poi recuperare il tempo perso nelle restanti ore della giornata.

Guadagno potenziale

La professione dei nomadi digitali può essere gratificante non soltanto dal punto di vista del benessere psico-fisico, ma anche in termini economici. Con un po’ di organizzazione, infatti, è possibile riuscire a guadagnare uno stipendio più alto di quello percepito da tanti altri lavoratori dipendenti assunti con un contratto a tempo indeterminato. A differenza di quest’ultimi, per cui è difficile guadagnare più soldi, i nomadi digitali nel corso del tempo possono accrescere le loro finanze in maniera significativa. Il guadagno non dipende dal datore di lavoro ma dall’impegno e dalla costanza profusi nel corso del tempo.

Viaggiare all’estero

Infine, il vantaggio di essere nomadi digitali è di poter viaggiare e scoprire nazioni straniere molto lontane dall’Italia (e non soltanto dal punto di vista geografico). Chi ha un lavoro tradizionale va in vacanza per due-tre settimane all’anno, mentre i nomadi digitali hanno l’opportunità di trasferirsi in ogni angolo del mondo, affittare un appartamento e lavorare con il proprio computer. Un modo per conoscere nuove culture, nuove città e nuovi luoghi, così da poter tornare poi a casa dopo qualche mese con un bagaglio di esperienze impareggiabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.