La scelta degli imballaggi in legno: cosa sapere

Materiali di imballaggio: legno o plastica?

Quando si parla di trasporti in ambito aziendale si fa riferimento a merci di elevate dimensioni o che comunque possono essere particolarmente delicate. Diventa perciò fondamentale la scelta del materiale di imballaggio così da garantirne la totale integrità evitando qualsiasi tipo di danno o di alterazione. Il legno e la plastica sono quelli largamente usati, anche se è bene sottolineare che il primo è sicuramente quello migliore. Esso è innanzitutto semplice da ricavare ma soprattutto è ecosostenibile per cui il suo utilizzo non arreca alcun danno all’ambiente. Una notevole riduzione c’è stata per quel che concerne l’uso della plastica che, come appurato anche da studi scientifici, provoca veri e propri disastri per l’inquinamento. Motivo per cui il legno sta diventando sempre più la prima scelta in tal senso dato che garantisce una serie di importanti vantaggi da non sottovalutare.

Perché scegliere gli imballaggi in legno

Affidandosi a ditte serie e che operano con la garanzia di un’elevata professionalità come Tecnoimballi si ha la garanzia di ottenere degli imballaggi di qualità assoluta. In primis è bene considerare che si tratta di una scelta assai conveniente in quanto il legno è riciclabile per cui si potrà riutilizzare per molto più tempo rispetto alla plastica che subisce modificazioni chimiche per poter essere usata nuovamente. Inoltre va sottolineato che il legno è uno dei materiali migliori per imballare prodotti di elevate dimensioni facendo sì che vi sia una protezione adeguata e totale.

Il che vuol dire che può perfettamente rispondere alle richieste di aziende, privati e di tutti coloro abbiano necessità di usare determinati tipi di imballaggi. Ideale anche per il trasporto di alimenti dato che il legno funge da naturale e potentissimo antibatterico: la traspirazione è quindi possibile e si riesce a tranquillamente ad evitare il pericolo di formazione di muffe. 

La fonte più rinnovabile da usare

Se il legno sta diventando la scelta prediletta quando si parla di imballaggi i motivi non sono certo casuali. Innanzitutto non vengono in alcun modo impoveriti i boschi d’Europa o di qualsiasi altra zona del mondo: infatti i materiali per gli imballaggi vengono prelevati da aree apposite dove gli alberi vengono prontamente ripiantati una volta che vengono tagliati.

Perciò si parla di una fonte rinnovabile, ovvero che non si estingerà nel medio-lungo termine e che soprattutto ha un impatto ambientale molto vicino allo zero, per cui quasi nullo. Un aspetto che ha aperto molto gli occhi alla Comunità Europea che ha deciso di porre dei vincoli anche per le aziende di imballaggi che scelgono di adottare il legno come risorsa primaria.

Va anche posto l’accento su un aspetto non di scarsa importanza e cioè che i pallet di legno o comunque le basi fatte di questo materiale possono essere riciclati anche per altri utilizzi. Si tratta perciò di una soluzione che vale la pena tenere presente soprattutto se si pensa a quanto convenga dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo: nessun altro materiale vanta le stesse caratteristiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.