ECDL: a cosa serve cosa si impara punto per punto

Nell’ultimo decennio si è assistito ad una vera e propria rivoluzione della società, grazie al miglioramento della tecnologia ed alla diffusione di Internet, un elemento divenuto ormai punto centrale della società e della vita di ognuno di noi. La connettività ci permette di parlare a distanza con i propri amici e familiari, per esempio messaggiando, il web ci offre la possibilità di fare shopping online, leggere notizie, vedere film, sentire musica ma anche effettuare lavori a distanza, da remoto, ed effettuare operazioni finanziarie, il tutto in completa sicurezza.
Appare subito evidente come Internet sia indispensabile nella vita di ognuno di noi.

Sebbene sia molto facile utilizzarlo ed alla portata di tutti, non tutte le persone sanno usare bene un computer, un dispositivo mobile o semplicemente il web, che è sicuramente più complesso ed articolato del semplice messaggiare con un’applicazione di messaggistica istantanea.
Il web nasconde molte insidie, bisogna prestare attenzione e ciò si può fare solo avendo una conoscenza base dei mezzi che si stanno utilizzando.
Bisogna anche considerare che quasi la totalità dei lavori, ormai, sono influenzati dalla tecnologia e hanno subito un processo di digitalizzazione, tuttora attivo, e pertanto anche i dipendenti dovranno essere capaci di sapere utilizzare i principali mezzi che sfruttano Internet.
Secondo infatti un recente sondaggio della Commissione Europea (CE), ben il 90% dei lavori richiede competenze digitali minime.
Ma come fare ad avere queste competenze? E come fare ad averle certificate, così che un datore di lavoro possa leggerlo sul curriculum?
E’ qui che entra in gioco la patente europea ECDL, una soluzione innovativa e da molti anni scelta da numerose persone. Scopriamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

– Che cos’è l’ECDL
ECDL è l’acronimo in inglese di Patente Europea dl Computer. Nasce nel 1997 e sin da subito ebbe grande successo, come corso formativo per dare le basi principali dell’utilizzo dei nuovi dispositivi digitali e soprattutto della connettività Internet, che sarebbe diventata fondamentale all’interno della società.
Questo corso formativo, oltre ad essere molto completo ed interessante, consegnerà poi a chi ha superato il corso l’attestato ufficiale, valido in quasi tutti i Paesi d’Europa, avendo quindi una valenza non solo nazionale, aspetto molto interessante per le persone che vogliono intraprendere carriere lavorative all’estero.
Basta pensare che in Italia, sin da oggi, ben 2 milioni di persone hanno un attestato ECDL e i test center sono aumentati sempre più, arrivando tuttora quasi a 3000, dispiegati su tutto il territorio italiano.
L’AICA, Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, è l’ente convenzionato con l’ECDL e si occupa di creare i programmi formativi, consegnare il materiale ai corsisti e poi verificare l’apprendimento e quindi le competenze apprese dai corsisti, per poi consegnare loro l’attestato ufficiale.

– I vari livelli di ECDL
Ovviamente, esistono vari livelli raggiungibili con la Patente Europea del Computer:

  • cittadinanza digitale, che consiste nelle avere le conoscenze minime riguardo alle nuove tecnologie digitali, come sapere cos’è Internet, sapere le cose principali di Internet e come inviare email;
  • dimestichezza digitale, un livello già superiore dove si sa modificare le email, navigare in sicurezza, saper creare e modificare documenti di vario genere;
  • competenze digitali, un livello già più avanzato ed ideale per i principali lavori che ormai richiedono queste specifiche conoscenze. Alcuni esempi di ciò che si può imparare a fare in questo livello è lavorare in cooperativo a distanza o in locale, saper fare presentazioni e come modificarle, saper creare un’immagine o modificarla, saper gestire in sicurezza i dati tenendo conto anche della privacy;
  • infine, la padronanza digitale è l’ultimo livello e quello più elevato, per gli esperti del settore ed ideale per lavori specifici che si basano completamente su Internet e sulle nuove tecnologie. Esempi pratici di una elevata padronanza digitale sono fare analisi di dati finanziari e gestire in sicurezza ed efficacia una elevata quantità di dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.