Paolo Cattaneo – La Luce nelle Nuvole

PaoloCattaneo_LaLuceNelleNuvoleCover-400x400

Ammettiamolo: “La luce nelle nuvole”, come titolo di un album, non ispira molto; fa pensare troppo ad una roba melensa e, sì, banale. Ma niente è più sbagliato se c’è di mezzo Paolo Cattaneo, che, dopo quattro anni dal suo “Adorami e perdonami”, torna sulle scene, mostrando ancora una volta di quanta complessità e raffinatezza sia capace.

Il detto dice “squadra che vince non si cambia” e, infatti, la formula è quella dei suoi precedenti lavori: un electro-pop che riesce ad evocare immagini a metà tra sogno e vita reale, elegante e sobrio. Lo stile di Cattaneo non è un ciclone che travolge tutto senza fare discriminazioni, è un calmo soffio di vento autunnale che culla gentilmente l’ascoltatore. Entra in punta di piedi per non disturbare, senza troppe pretese.
Molti grandi hanno prestato la loro opera all’interno del disco, prodotto da Eclectic Circus; basti pensare a Lele Battista, la cui voce è riconoscibile in “Mi aspetto di tutto”, Riccardo Sinigallia produttore della dolce “Tarda pure”, Dario Dassenno degli Aucan e Fidel Fogaroli, solo per citarne alcuni.

Si inizia con “L’innocenza”, fresca ed allegra, grazie anche all’abile gioco di synth e cori dal sapore un po’ vintage. Pregevole anche la cover di “Le tue ali” di Mario Lavezzi: impalpabile e rarefatta, lascia un senso quasi di protezione, intontendo come un barbiturico. Il pezzo meglio riuscito, però, è a mio avviso “Col mio ritmo”, ripreso dall’album di esordio “L’equilibrio non basta”: è spensierato e dolce al tempo stesso, con il suo ritornello molto orecchiabile e spiccatamente pop. A chiudere tutto l’amara “Non ho rabbia non ho pietà”, forse brano autobiografico, dal testo crudo e tagliente, quasi addolcito dal suono del pianoforte, trave portante della struttura del pezzo.

“La luce nelle nuvole” è complessivamente un buon lavoro, allo stesso tempo riflessivo e spensierato, mai scontato. L’attenzione alle liriche e le sperimentazioni elettroniche lo rendono una tappa imprescindibile per chi ama questo nuovo cantautorato, ora tanto di moda.
Roba da radical chic, insomma.
Tenetevi al passo coi tempi.

(Raffaella Caravatta)

PAOLO CATTANEO – La luce nelle nuvole
(Eclectic Circus, 2013)

1. L’innocenza
2. Mi aspetto di tutto
3. Le tue ali
4. Come per miracolo
5. Col mio ritmo
6. Tarda pure
7. Roma Milano
8. Ammirazioni folli
9. Non ho rabbia non ho pietà

Lascia una risposta