Nevroshockingiochi – Scena 2

nevro

Cos’è l’arte? Osservazione, invenzione o rielaborazione?
Il dubbio è legittimo quando si entra in contatto con i Nevroshockingiochi, band marchigiana autodefinitasi “art-core”.

Le dieci tracce del loro “Scena 2”, generato dall’unione di ben dieci etichette ed uscito a due anni dall’esordio con “L’imperfetto storico”, sembrano tanti, piccoli, riti post-moderni: suoni industrial, disorientante no-wave ed echi jazzcore accompagnano testi a cavallo tra la sperimentazione poetica, il gioco di parole e l’analisi antropologica. La razza umana viene espressa in tutti i suoi artifici ed, in una notevole compatezza stilistica, i pezzi suggeriscono un’isterica gincana tra sanguinolenti omicidi, gioco d’azzardo, alienazione industriale ed intrattenimento forzato; a dominare è un’impostazione tendenzialmente cinematografica, richiamata dal titolo del disco e palesata in “ciNECROnica”.

“Scena 2” è un collage di suoni, rumori, parole e visioni, una tormentata e consapevole sperimentazione che, senza alcun dubbio, non può essere vissuta come un’esperienza di easy listening. Le tracce non hanno una rigida identità singolare e scorrono come un’unica ed urgente narrazione, che (a proposito di psicosi e contemporaneità) conferma il principio fondante della Gestalt: il tutto è più della somma delle sue parti.

I Nevroshockingiochi rendono obsoleta la pressante domanda posta in apertura: i cinque di Macerata osservano, inventano E rielaborano, oltre a rappresentare un’interessante scoperta in questo panorama italiano così inaspettatamente ricco di eccellenze.

(Giada Arena)

Nevroshockingiochi – Scena 2
(Onlyfuckingnoise, Il Verso del cinghiale, Charity Press, Canalese Noise, Eclectic Polpo, Hysm?, Neon Paralleli, Fabrizio Testa Produzioni, Narvalo Suoni, V4V-Word – 2013)

1. Piccoli Omicidi Fatti in Casa
2. Senza Lingua
3. L’Arte del Poker
4. Ritmo Spastico
5. Col-Lasso di Tempo
6. ciNECROnica
7. Asces(s)i
8. Reset
9. Tempi Morti
10. La regola delle 3 _S_ o dello SBIANCAMENTO DELL’Anima

Lascia una risposta