Hello Again – 12 /// 24

a3044888239_2

I nostalgici della salsedine e dei falò in spiaggia saranno felici di entrare in contatto con Hello Again, piacevole progetto dall’atmosfera estiva firmato da Marco Ricci, Luigi Segnana (Casa del Mirto) e Fabio Nirta. “12 /// 24” è l’album d’esordio dell’eccentrico trio che ha ben saputo sfruttare la rete a scopo promozionale, arrivando persino a caricare il video del pezzo “Not so High” su Youporn: esperimenti di promozione davvero originali, che sono riusciti a catturare l’attenzione di moltissimi appassionati ed esperti a livello internazionale.

Ripresa e totalmente reinterpretata la tradizione di Washed Out e vari, il disco contiene atmosfere che spaziano tra chillwave, drugapulco, italo, synth pop e chi ne ha più ne metta; a completare il tutto, l’ormai conosciuta voce di Marco Ricci, il “padrone” di Casa del Mirto, che zigzaga tra i pezzi fra delay e reverberi. Si parte con “Not so High”, manifesto della malinconia anni 80’-90’, ed è difficile non emozionarsi ascoltando i 12 pezzi che compongono l’album: è come entrare in un’altra dimensione attraverso una fotografia sbiadita, o stare sdraiati sulla spiaggia avvolti dal magone tipico dei primi giorni di settembre. Un pezzo come “Infected” sarebbe perfetto come colonna sonora di un telefilm americano anni ’80 ed “All The Time” è probabilmente il pezzo che chiunque ha messo in loop all’infinito dal momento in cui è stato pubblicato.

Ritmi leggeri e linee di basso ben costruite, coniugati ai volumi dei synth che vanno su e giù come sinusoidi strafatte: “12 /// 24” è un gioiellino italiano ed una grande prova di gusto ed abilità a livello internazionale. Abbiamo bisogno di questo tipo di malinconia in forma musicale, soprattutto se generata da artisti che hanno realmente conosciuto la realtà anni 80’-90’, permettendoci l’immersione in luoghi e paesaggi mai vissuti prima e facendoci guidare da sintetizzatori e drum machine, comprendendo che forse la musica del futuro si costruisce guardando al passato, con un po’ di amarezza e soprattutto con molta spensieratezza. L’ultimo grido di una generazione che, a gran voce, vuole farci sapere che esiste e che la musica è soprattutto gioco e passione.

(M. Stella Tavella)

Hello Again – 12 /// 24
(Autoproduzione, 2013)

1. Not So High
2. Summer
3. O N E
4. Black seagull
5. Lazy
6. Here’s The Night
7. Infected
8. Where
9. So Long
10. A
11. Back
12. All The Time

Lascia una risposta