Electric Superfuzz – How To Forget

Electric-Superfuzz-Copertina

How To Forget è un disco che suona bene per i nostalgici del grunge anni ’90 e del rock duro alla Queens Of The Stone Age. Nonostante manchi la presenza di una linea di basso, questo lavoro è decisamente un esperimento ben riuscito. Come spesso accade, il compositore, in questo caso Dario Ramaglia (voce, chitarra), inizia a registrare e sperimentare con il solo ausilio di un  Mac e qualche plug-in aggiuntivo, per un disco che, nato “casalingo”,  è stato poi terminato in studio.

Loro, gli Electric Superfuzz, sono una band romana in attività dal 2011 e How To Forget è il loro disco d’esordio pubblicato nel Dicembre 2012.

Chitarre dure e riff blues demoniaci alla Robert Johnson sono presenti in ogni traccia,  i testi ovviamente sono in inglese, il sound è principalmente stoner rock , ricordando la California dei primi ’90:  un misto, fra le altre cose, di blues-rock, psichedelia e heavy metal.

La scelta di lasciare le tracce grezze, quindi senza editing finale, è molto d’effetto, il suono arriva dritto, sporco e ruvido come se si stesse ascoltando un live, merito anche della strumentazione vintage utilizzata durante la fase di registrazione.

Il singolo “Hurricane” è un esempio concreto dell’anima decisamente rock degli Electric Superfuzz e di quello che troverete poi nelle altre tracce del disco, con qualche intermezzo (Misfits I/II/III) e qualche bella sperimentazione, come ad esempio in “Untitled#1” con una linea vocale lenta, cadenzata e chitarre dal suono metallico in stile folk-blues americano. Esordio ad alti livelli che lascia intravedere ottime prospettive.

(M. Stella Tavella)

Electric Superfuzz – How To Forget

 (Jestrai – 2012)

Tracklist:

Misfits I

Hurricane

Sicko

Mad/Dead

Grandaddy’s Fault

Silver Yeah

Big Fat Tree

Misfits II

Washing Machine

Untitled#1

Chimpanzee

Misfits III

Lascia una risposta