Charme – Modern Times

972363_10151794499703886_1408173067_n

“Long Live Rock ‘n Roll” è IL motto per eccellenza, l’inno alla musica e ad una vita di ribellione. Non mi sorprenderebbe trovarlo tatuato sul braccio di uno dei componenti degli Charme, band ragusana che graffia e picchia duro senza fronzoli.

Ultimo lavoro del gruppo, registrato e mixato nella terra degli agrumi, è “Modern Times”. Una collezione di undici pezzi che stupisce e si rinnova, passando dall’indie rock allo shoegaze con energia esplosiva. Traendo spunto dalla traduzione letterale del titolo del quarto brano, “Freedom Sound”, si scatenano e sprigionano in questo album le forze più primitive e ruvide dei quattro ragazzi.
“Cassandra (Brainstorm)” evoca un’atmosfera scura, propria della darkwave à la Editors, avvolgente nella sua tenebrosità; si alternano ballate più lente e sofferte come “Bring My Love Home” o “Where the Love’s Gone”, in cui la voce si ammorbidisce adeguandosi ad un ritmo meno scolpito, a pezzi quasi acidi e visionari (“Voivod” su tutti). E’ un corollario di esperimenti: in un solo disco si concentrano generi differenti che si incastrano perfettamente a vicenda.

Unica perplessità potrebbe destare la durata dei brani: a volte troppo dilatata, deconcentra e toglie gusto all’ascolto, come se si smorzasse l’entusiasmo inizialmente suscitato. La dimostrazione delle abilità tecniche c’è tutta, con i tempi adeguati; esagerarli non è un dovere.
Nel complesso un’ottima prova per gli Charme, si distinguono nel tornare all’essenza del rock: la crudezza, la batteria che scandisce ed i riff memorabili. For those who love to rock, we salute you!

(Laura Caprino)

Charme – Modern Times
(Unomundo, 2013)

1. Come and get Alive
2. Modern Times
3. Where the Love’s Gone
4. Freedom Sound
5. Storm of Change
6. Cassandra (Brainstorm)
7. Bring my Love Home
8. Cobra Witch
9. Voivod
10. Let the Drama Begin
11. Babilon

Lascia una risposta