Eight Days A Week – 02×06 (Del thrash metal e delle Storie Tese)

Elio E Le Storie Tese - L'Album Biango

Mentre la coda di polemiche seguita al concertone del primo maggio, tra esclusioni, profilattici e cazzi vari, si va attenuando, finalmente il mondo della musica lentamente riparte con un po’ di novità di cui parlare.

Prima di tutto però una nota di cordoglio: il thrash metal ha perso una delle sue colonne portanti, una delle chitarre più incazzate e veloci mai ascoltate. Jeff Hanneman, fondatore e membro degli Slayer, è venuto a mancare il 2 Maggio, ricoverato in un ospedale della California per insufficienza epatica all’età di 49 anni. Vogliamo credere che ci sia da qualche parte un paradiso capace di accogliere uno come lui, perché in fondo anche di là hanno bisogno di buona musica.

Mettendo da parte la malinconia, mancano ormai pochi giorni all’uscita del nuovo e terzo album dei Vampire Weekend, datata 14 Maggio (posticipata di una settimana, ma l’attesa, si sa, aumenta la soddisfazione finale). “Modern Vampires Of The City” si anticipa, attraverso tre brani proposti on line, come un lavoro molto curato e di qualità, il che conferma la costanza della band newyorkese nello sfornare piccoli capolavori fin dal 2006. Sono in trepidazione come una quindicenne, Ezra Koenig & soci non hanno sinora deluso le aspettative dei fans, proseguendo scanzonati con un indie rock dai toni caraibici che non si vende ad un produttore discografico che consiglia una svolta stilistica meno particolare (vedi alla voce Arctic Monkeys, servi del padrone).

In Italia invece, ieri è uscito ufficialmente “L’Album Biango”, di Elio e le Storie Tese, visto quanto si è parlato dei brani che avevano anticipato l’uscita, qualsiasi commento sembra riduttivo e superfluo, tanto nel prossimo mese questo disco lo ascolteremo fino alla nausea.

Per musicofili itineranti notizie importanti sul fronte festival: è stata data comunicazione del luogo in cui si terrà la ventisettesima edizione dell’Arezzo Wave, che si svolgerà dal 12 al 14 Luglio, non esattamente ad Arezzo, ma nella vicinissima Civitella in Val di Chiana, distante più o meno una decina di chilomentri.

Sempre il 12 luglio, questa volta a Padova, andrà invece in scenaLa Tempesta nella Foresta, nuovo appuntamento dell’etichetta fondata dai Tre Allegri Ragazzi Morti, nel contesto della storica festa di Radio Sherwood (line up: Iori’s Eyes / Aucan / Fine Before You Came / Massimo Volume / Il Pan del Diavolo / Giorgio Canali & Rossofuoco / Altro / Maria Antonietta / Umberto Maria Giardini / Bachi da Pietra / Tre allegri ragazzi morti // UFO (dj set) / La Maison Orchestra).

Da ultimo, nonostante le polemiche che sicuramente solleverà, segnalo un evento che per i nostalgici come me degli scintillanti anni ’80 non può passare inosservato: è nu piezz ‘e core. E’ stato presentato al BergamoFilm Meeting “Fedele alla linea”, documentario girato da Germano Maccioni e dedicato al Pazzerello per antonomasia: Giovanni Lindo Ferretti. Biografica, questa pellicola traccia la vita e la carriera di un mito del punk nostrano sino alle composizioni più recenti (“Saga, il Canto dei Canti”).

Essenzialmente il film è dedicato al rapporto tra uomo e cavallo, cosa che potrebbe destare un quanto mai giustificato stupore, ma date le tendenze al misticismo di Ferretti, meglio i cavalli che i Papa boys.

Quali altre mirabolanti sorprese ci celano i giorni a venire? Parafrasiamo Battisti e lo scopriremo solo vivendo? Troppo inflazionato ormai, lo trovi scritto anche sui muri dei licei con uno spray rosso e una grammatica azzardata. Attendiamo pazienti, e che la forza sia con voi.

(Laura Caprino)

 

Lascia una risposta