Discovery Shower (una rubrica dal senso minimo) – Bachi da pietra (Quintale)

discovery-shower1

Questa non è una rubrica porno, né consiglierò tipi di shampoo. Non voglio recensire nulla, ma trasmettere le sensazioni che una canzone o un album possono avere se ascoltati sotto la doccia. Ho preso il vizio di sentire un album diverso a settimana durante le mie quotidiane modalità di puzzare un po’ di meno e profumare di più.

E’ vero, questa rubrica è mancata per un mese circa e un giorno. Ciò non significa che non mi sono fatto la doccia per un mese e un giorno, ma è anche vero che nella vita ci sono priorità e in questo mese sono state la nascita dell’associazione Bombay e il nuovo sito internet.

Riprendiamo appunto dal nuovo sito, che per quanto è bello merita di essere sempre aggiornato. Allora si, ho iniziato a fare la doccia risentendo musica.

L’album di cui vi voglio parlare questa settimana è l’ultimo lavoro dei Bachi da pietra, dal titolo Quintale, un album ascoltato sotto la doccia che, posso già dire tranquillamente, è molesto.

Consapevole che il genere dei Bachi da pietra mi appartiene davvero poco, ho apprezzato tantissimo il lavoro del duo Giovanni Succi e Bruno Dorella.

L’album è stato mixato da Giulio Ragno Favero, il bassista del Teatro degli orrori, e già questo a mio parere è un ottimo biglietto da visita ( avendo già approfondito album come “Cavalli” dei Fast Animals and Slow Kids da lui prodotti, per me attualmente rappresenta una garanzia nel panorama musicale indipendente italiano).

La canzone a mio parere più apprezzabile in assoluto è “Dio del suolo”, quella che possiamo definire la ballata del disco.

La doccia sta per finire e finisce con la canzone adatta, “Baratto”, una traccia registrata con un semplice cellulare che parla del rapporto musicista-promoter e della vita del musicista in generale.

Chiudo consigliando anche “Brutti versi”, una canzone dura, incazzata ed energica.

Ascoltatelo ed approfonditelo, poi non dite che non lo sapevate.

Tracklist

Haiti
Brutti versi
Coleotteri
Enigma
Fessura
Mari Lontani
Io lo vuole
Pensieri Parole Opere
Paolo il Tarlo
Sangue
Dio del Suolo
Ma anche no
Baratto

Luca “Lukaos” Rovito

Lascia una risposta