Live Report – Boxerin Club @110Cafè di Perugia

boxerinxwebFoto di Irene Cavallone
A cura di Giulia Idolatri

Il Roghers Staff continua la sua battaglia al millenario mostro mangia rumori e mette in tavola un piatto di grande qualità: i Boxerin Club.

Questa band romana, che sta riscuotendo un gran bel successo con il suo album d’esordio “Aloha Krakatoa” e si prepara a partire per il tour che toccherà varie città europee, sbarca al 100dieci di Perugia e imbraccia le armi contro il mostro.

La formazione composta da basso, batteria, chitarra, voce, tromba e percussioni propone un vivace e fresco world pop guarnito da ritmi caraibici, sulla scia di band come i Vampire Weekend, fornito di una certa vena psichedelica e sognante.

I Boxerin Club salgono sul palco e aprono il concerto delicatamente con il pezzo Bah-Boh e gli spettatori non esitano un momento a gettarsi nelle danze.

Lo spettacolo prosegue sempre più trascinante con “It takes two to tango”, poi “ Clown” e una band sempre più scatenata sul palco, nessuno dei componenti ne vuol sapere di risparmiare energie, tutti si concedono pieni di vitalità e portano con loro tutto il pubblico in sala.

I toni si fanno distesi e rilassanti sulle note di “Northern Flow”, divertiti con “Black cat serenade”. Ballare è l’imperativo e non c’è niente da fare. La performance comprende complessivamente 11 brani e si chiude con una cover di “Clint Eastwood” che rende onore all’originale dei Gorillaz.

I Boxerin Club dimostrano capacità tecniche, grande piglio, talento, qualità e questo fa essere la loro una gran bella esibizione,un concerto a cui partecipare, da non perdere.

La serata non finisce qui e lascia spazio alla buona musica del roghers staff che continua a dispensare allegria per tutti.

Un’altra battaglia vinta ai danni del mostro.

Lascia una risposta