Howl: we saw (The Rust And The Fury + Granada Circus). Il 3 maggio a Le Mura, Roma

551266_515003455226137_1322393623_n

Heroes e Radio Bombay presentano:
Howl: we saw
(Urli eclettici)
3 maggio 2013 – ore 22:00
Le Mura, Via di Porta Labicana 24, Roma
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/379915358790795/

Live act:
– The Rust And The Fury http://therustandthefury.bandcamp.com/
– Granada Circus http://granadacircus.bandcamp.com/

Letture di brani estratti da Howl di Allen Ginsberg a cura di:
– Giada Arena http://it.wikipedia.org/wiki/Giada_Arena

– Gabriele Barletta

Esposizione fotografica di:
– Giulia Delprato http://verweisung.carbonmade.com/

– Elena Fortunati http://elenafortunati.tumblr.com/
– Marzia Ragusa http://marziaragusa.carbonmade.com/
– Susanna D’Alessandro https://www.facebook.com/susanna.photographer

Dj-set:
– Lukaos (rock/new wave/neomelodica)

Durante la serata leggerà i tarocchi a chiunque lo richiederà il divinatore ufficiale di Heroes e Radio Bomabay: Dottor Maldoror, gran patafisico e divino estrattor di quintessenza.

We saw, abbiamo visto. Abbiamo visto le migliori menti della generazione precedente “mendicare una presenza al varietà del sabato sera”, poi abbiamo visto anche Renzi vestito da Fonzie, ma l’unico nesso con la frase precedente è il varietà del sabato sera. Abbiamo visto la nostra generazione in cerca di padri e non trovarne mai: andando per esclusione, c’erano rimasti Sgarbi e Giannino, è stato lì che abbiamo capito che va bene, d’accordo, orfani, non c’era bisogno d’arrivare a tanto. Quindi abbiamo visto che non potevamo fare altro che essere subito grandi, così abbiamo imparato ad essere la generazione senza futuro e abbiamo imparato a fare futuro il presente, puntare tutto sul presente, come se niente fosse. Se il nostro presente è organizzare una serata, la serata deve bruciare, noi bruciamo. Bruciamo e urliamo, non protesta (sospesa in attesa di ulteriori studi sugli effetti della vicinanza dei Ministeri sulla traiettoria dei lacrimogeni), urliamo passione, emozione, vita. Si, ogni tanto ci lasciamo trascinare dalle parole altisonanti. Dai nostri nonni generazionali, come Ginsberg, abbiamo imparato anche altre cose: che non vi è separazione tra le arti, ma compenetrazione, quindi mettiamo insieme musica, letteratura, teatro e fotografia; abbiamo imparato a non cercare il fermento, ma essere il fermento; abbiamo imparato a rovesciare i valori, a provare “simpatia e identificazione con l’individuo rifiutato, mistico, persino pazzo”.
Due gruppi che spaccano, due attori che leggeranno brani tratti dal capolavoro del caro Allen, le foto di quattro fotografe eccezionali e infine un dj-set tiratissimo per sudare in promiscuità e fare tutto quello che ci pare, dj-set zona franca, sempre.
Sedici persone, ovviamente tutte giovani e belle.
Tutte anche molto brave, ma solo per puro caso.
Insomma, arte, delirio, rock ‘n’ roll, trallallà.

—–

Radio Bombay ed Heroes si sono ritrovati ad annusarsi proprio come fanno quegli animali che non badano per niente all’etichetta, affondano il naso nelle parti intime e si dicono subito chi sono, quanta saggezza gli animali. Noi non crediamo ad un sacco di cose, ad esempio al fatalismo, sarebbe potuto non succedere, invece è successo, ci siamo piaciuti tanto. Ci hanno affidato quest’ultima serata e c’è solo da dire che quando i ringraziamenti diventano superflui tutto va nel migliore dei modi possibile.

Con MArteLive collaboriamo da settembre, in qualità di mediapartner e giuria di qualità del concorso “Un palco per tutti” attraverso cui fa un lavoro enorme per far emergere il sommerso, ed è molto più efficiente dell’Agenzia delle Entrate. I Granada Circus li abbiamo scoperti proprio in una delle serate del concorso, per questo e per altro grazie anche a MArteLive e a Giuseppe Zingaro.
—–

THE RUST AND THE FURY https://www.facebook.com/TheRustAndTheFury

The Rust And The Fury è una band perugina che inizia la sua esperienza nei primi anni del 2000. La formazione originale, nata nel 2004 è composta da Daniele Rotella,Marco Zitoli e Andrea Ragni, rimane in attività per 4 anni fino all’abbandono da parte del batterista Andrea.A fine 2011 Daniele e Marco decidono di formare una nuova band ripartendo dall’esperienza originale. Viene a nascere così l’attuale formazione composta da Daniele Rotella alla voce e chitarra, Marco Zitoli al basso e voce, Francesca Lisetto alla voce-tastiere, Francesco Federici alla chitarra e voce e Andrea Spigarelli alla batteria.Inizialmente la band riparte da alcuni pezzi della vecchia formazione (di stampo indie-rock) riarrangiandoli a sonorità più sperimentali e iniziando presto a comporre nuovi brani che si distaccano in maniera evidente dalla vecchia produzione.Entrano subito a far parte delle selezioni live di Italia Wave 2012 vincendo la fase regionale in Umbria. Vittoria che li porta ad esibirsi sullo Psycho Stage di Arezzo il 15 luglio, nell’anno in cui il festival torna a casa.Poco tempo dopo la partecipazione all’Arezzo Wave Love Festival 2012 esce in esclusiva su Rockit.it l’anteprima dell’album d’esordio della band, il quale riscuote molto successo tra gli ascoltatori tanto da guadagnarsi il titolo di “disco della settimana” nei primi giorni di Settembre 2012.Il 24 Settembre 2012 esce ufficialmente “May The Sun Hit Your Eyes”, il loro primo album per La Fame Dischi in collaborazione con Cura Domestica, neo-nata etichetta umbra legata allo studio di registrazione Cura Domestica situato all’interno dell’Ostello Mario Spagnoli di Perugia.

GRANADA CIRCUS https://www.facebook.com/granadacircus

Granada Circus è una band alternative rock formata da Alessandro ‘dave’ (chitarra), Milo (voce), Federico ‘bue’ (basso) e Stefano ‘frank’ (batteria). Il progetto nasce alla fine del 2009, a Roma, dove da subito comincia la loro attività live attraverso shows coinvolgenti e di grande impatto visivo.
Nel 2010 la band suona in vari clubs nel resto d’Italia e partecipa a festivals tra cui ‘Monte dei piaceri’ (Lazio), ‘Espressivamente’ (Sicilia) ed ‘Onda wave’ (Sicilia) – venendo inseriti da questi ultimi all’interno della compilation ‘Onda wave volume1’.
Registrano il loro primo disco al Boilerstudio di Roma nel 2011 e lo presentano ad aprile 2012 all’Init di Roma. Dopo l’uscita del disco segue un tour promozionale che tocca diversi locali d’Italia e manifestazioni come ‘Roma brucia’, ‘Ganesh contest’ (Emilia) e ‘Rockerilla bitch’ (Sicilia), condividendo il palco con diversi artisti tra cui il Management del dolore post operatorio, Dispo, Cut, L’enfance rouge, Anelli soli ed Indie boys are for hot girls.
Attualmente la band lavora alla realizzazione del nuovo disco.

Lascia una risposta