Recensione: Loveless Whizzkid – Name improvements for everyday stuff

I Loveless Whizzkid, giovane trio catanese d'ispirazione post punk/lo-fi/indie rock, tornano sulla scena dopo un’assenza di due anni con l'EP “Name improvements for everyday stuff”, composto da 5 tracce registrate e mixate da Davide Iannitti (voce e chitarra) e masterizzate al Chicago Mastering Service da Matthew Barnhart. Rispetto al debutto…

Recensione: Lags – Pilot

Il disco d'esordio dei romani Lags si chiama "Pilot", come “il pilota” è la prima puntata di ogni serie televisiva. Nel pilota di una serie TV vengono spesso presentati tutti i personaggi nella loro caratterizzazione abbozzata, e vengono poste le linee guida della storia. Il pilota viene poi mostrato a un…

Recensione: Giancane – Una Vita al Top

Sono nata e cresciuta nella Capitale e, per completare il quadro, tifo forsennatamente l’A.S. Roma. Se qualcuno mi chiedesse quale disco uscito negli ultimi tempi incarni maggiormente lo spirito romano, risponderei senza esitazioni “Una vita al top”, primo full-lenght firmato da Giancane dopo l’EP “Carne” del 2013. Giancane è goliardico,…