Iacampo – Valetudo

Marco Iacampo esordì molti anni fa con gli Elle, per poi passare ai Goodmoringboy ; nel 2012 sforna “Valetudo”, un disco dal quale risulta la sua maturazione artistica che, già dalla prima traccia si presenta con un sound dolce e soft e proietta l’ascoltatore in uno scenario onirico, con inserti…

Ved – Ved

“Il viaggio più lungo è il viaggio interiore”. Così ebbe modo di affermare Dag Hammarskjöld, politico svedese e premio Nobel per la pace nel 1961. Suoi conterranei, i VED hanno debuttato negli ultimi mesi di un 2012 ormai terminato con un album omonimo che rappresenta un vero e proprio viaggio,…

Abulico – Il colore dei pensieri

Accogliamo con curiosità il ritorno, dopo tre anni di “silenzio” creativo a seguito dell’album d’esordio, dei napoletani Abulico, che riscoprendo la lingua madre e abbandonando l’inglese, che sembra sempre più un vezzo al quale molti poi finiscono per rinunciare (abbiamo già espresso il nostro parere in proposito su queste pagine).…

Cabeki – Una Macchina Celibe

> Artificioso, ampolloso e autoreferenziale. Il confine tra sperimentazione e guazzabuglio di suoni, già di per sé alquanto fragile, viene abbondantemente superato dall’album in questione. Cabeki è un polistrumentista poliedrico ed eclettico, sicuramente ferrato dal punto di vista tecnico e compositivo. Tuttavia, incidere un album è affare ben diverso dall’esecuzione…

ED – One hand clapping

Fare la recensione di “One hand clapping” è, fondamentalmente, una violenza. È un po’ come eseguire una versione in prosa: tradurre versi poetici, per facilitarne la comprensione, è uno stupro alla loro bellezza e potenza evocativa. Andrebbero lasciati così come sono e contemplati in silenzio. Più o meno, lo stesso…