Pharm – Pharm

Una guida galattica per autostoppisti post-rock. Caotica. Imprevedibile. Ardita. Sperimentale. Una via in un primo momento impervia e ostica che con ripetuti ascolti, però, manifesta tutta la sua piacevolezza. L’omonimo esordio dei romani Pharm, prodotto da Face Like a Frog, è questo. È un salto nel vuoto o un viaggio…

Drunken Butterfly – Epilson

“Epsilon”, quinto album dei marchigiani Drunken Butterfly, è un album difficile, cupo, non immediato. Si ha la claustrofobica sensazione di essere inghiottiti da un caos totalizzante, all’interno del quale l’evocazione di scenari apocalittici non fa che accrescere il peso di quest’incudine di trentatrè minuti. I Drunken Butterfly scelgono di sperimentare…

Telesplash – Motel Paradiso

Motel Paradiso è un nastrone costruito ad arte per ballare, bere e limonare. Un lavoro discografico godibile perché genuinamente cazzone, dichiaratamente easy listening, per prendersi poco sul serio e scuotere il bacino al ritmo power pop che scandisce l’intera scaletta. Insomma, un’architettura sonora da chiassosa festa di provincia, in cui…

Le Carte – 100

“Supersonici” i Le Carte, band rock italiana che il 14 Settembre 2012 riceve applausi per l’uscita del loro terzo album dal titolo 100 - numero storicamente perfetto - che racconta il crollo della perfezione del genere umano. Raggiunto l’apice, non può far altro che toccare il fondo dal momento che…

Xabier Iriondo – Irrintzi

Chi è Xabier Iriondo? Per molti la risposta potrebbe apparire scontata: è il chitarrista “rumorista” degli Afterhours, che dopo quasi un decennio di distanza è tornato tra le fila dalla band che ha contribuito a fondare. Abbiamo ricominciato a vederlo sul palco insieme ad Agnelli e co., a percuotere istintivamente…